(English) VACANZA YOGA TRA GLI ANTICHI FASTI DI SIRACUSA E VAL DI NOTO

Holismos Yoga Holiday, Vi propone una splendida settimana nella riserva Plemmirio a Siracusa.

DAL 01 AGOSTO ALL’08 AGOSTO

Una splendida villa con patio e giardino, vicino al mare, provvista di 5 camere con bagno in camera e due cucine una interna ed una esterna, entrambe utilizzabili per passare insieme una vacanza straordinaria praticando yoga, godendoci mare e spiagge meravigliose e per chi vorrà esplorando insieme dintorni e la stupenda parte Barocca della Sicilia.

 

Nel 2014 nasce il progetto Holismos Yoga Holiday, con l’intento di promuovere vacanze e formazione in ambito dello Yoga ed altre attività correlate al divertimento, al benessere e al piacere di vivere. Ho pensato così’ ad una serie di possibilità e con grande cura ho scelto dei luoghi speciali, affinché la condivisione del contatto con la bellezza e la natura possa rigenerare , nutrite e far gioire tutte quelle persone che si riconoscono insieme a me in questi valori.

COSTI

790 EURO CAMERA IN CONDIVISIONE CON BAGNO IN CAMERA , PRIMA COLAZIONE E LEZIONI YOGA,

PARANAYAMA, MEDITAZIONE E MANTRA INCLUSE

990 EURO CAMERA SINGOLA PRIVATA CON BAGNO, PRIMA COLAZIONE E LEZIONI DI YOGA, PRANA-

YAMA, MEDITAZIONE E MANTRA INCLUSE

EARLY BIRD entro 1 giugno 740 Euro camera in condivisione e 940 Euro camera singola

 

PROGRAMMA

Il programma prevede ogni giorno due ore di Yoga, meditazione e canto dalle 7.30 alle 9.30 con possibilità di fare lezione anche la sera se il gruppo lo richiede.

LUOGHI CHE VISITEREMO

Scoprire questa parte della Sicilia sarà un’esperienza unica, riesce a far innamorare, viaggiatori e turisti di tutto il mondo grazie alla bellezza della sua storia, cultura, tradizioni , arte ,paesaggi e una natura emozionante.

Le spiagge:il litorale della provincia di Siracusa è uno dei tratti di costa più suggestivi della Sicilia, grazie al suo susseguirsi di spiagge bianche e incontaminate, baie dorate, promontori, isolette e paesaggi mozzafiato.

Spiaggia della Riserva Naturale di Vendicari

La spiaggia di Vendicari è situata all’interno della riserva naturale omonima, dove svetta una torre di avvistamento sveva e una tonnara abbandonata risalente agli anni Quaranta. Si tratta di un angolo di paradiso selvaggio, caratterizzato da un arenile sabbioso, lambito da acque limpide e cristalline. Sono presenti strutture turistiche e servizi balneari che, tuttavia, non vanno ad inficiare la bellezza del posto.

Spiaggia di Calamosche

Sempre nell’oasi protetta si trova anche la spiaggia di Calamosche, conosciuta anche come “Funni Musca”, che non è attrezzata. Qui, infatti non sono presenti bar, ristoranti o punti di ristoro, ma solo la natura e le sue meravigliose suggestioni. L’arenile è coperto da sabbia dorata e circondato da dune, grotte e scogli. Il mare è limpido e calmo, ed è privo di imbarcazioni, alle quali viene vietato l’accesso.

Spiaggia di San Lorenzo di Noto

Sorge a sud della Riserva Naturale di Vendicari, tra Noto e Marzamemi, e presenta un arenile di sabbia chiara frammista a rocce. Il mare è turchese e limpido, con fondali bassi, che digradano dolcemente, permettendo la balneazione dei nuotatori inesperti e dei più piccoli.

Spiaggia Fontane bianche

Questo tratto costiero, che deve il suo nome alla presenza di numerose fontane di acqua dolce, è caratterizzato da un litorale di sabbia bianca e da un mare trasparente, con fondali poco profondi. La spiaggia è ben attrezzata e presenta diversi servizi, soprattutto per praticare sport acquatici, come snorkeling e surf

Spiaggia di Marzamemi

Marzamemi è una località del siracusano molto apprezzata per le sue spiagge e i suoi lidi, come quello di San Lorenzo, che si distingue per la sabbia fine e il mare terso. Tuttavia, suggestive sono anche la Baia del Cavettone e la Spiaggia di Spinazza, che presenta tratti di arenile liberi e tratti attrezzati.

Spiaggia della Riserva Naturale di Vendicari

La spiaggia di Vendicari è situata all’interno della riserva naturale omonima, dove svetta una torre di avvistamento sveva e una tonnara abbandonata risalente agli anni Quaranta. Si tratta di un angolo di paradiso selvaggio, caratterizzato da un arenile sabbioso, lambito da acque limpide e cristalline. Sono presenti strutture turistiche e servizi balneari che, tuttavia, non vanno ad inficiare la bellezza del posto.

 

Spiaggia di Gallina

A 20 km da Siracusa, si trova la spiaggia di Gallina, molto apprezzata dai turisti e dai residenti. Il litorale di sabbia chiara è lambito da acque calme e limpide. Seguendo un sentiero che si snoda verso il promontorio, si giunge ad una spiaggetta molto più tranquilla e ricca di sassi bianchi, che è stata inserita nella Riserva Naturale della foce del fiume Cassibile.

Spiaggia di Arenella

Questa zona costiera, che dista solo 10 km da Siracusa e circondata dal promontorio del Plemmirio, presenta un arenile di sabbia dorata, ben attrezzato e lambito da acque turchesi e trasparenti.

Spiaggia di Agnone

É situata presso il comune di Augusta, che fa parte del territorio siracusano, e presenta un arenile nero, incorniciato da eucalipti. Da qui è possibile ammirare la suggestiva costa catanese ed il vulcano.

Spiaggia di Brucoli

Questo tratto costiero, posto nei pressi di Augusta e all’interno di un’insenatura naturale, la quale costituisce un riparo anche da venti e correnti. Sono presenti numerose grotte e scogli che emergono da un mare incontaminato e ricco di specie marine, che attraggono gli amanti dello snorkeling e delle immersioni. Lungo il litorale si trovano numerosi locali notturni, frequentati soprattutto dai turisti giovani, che hanno voglia di divertirsi.

Spiaggia dell’Isola delle Correnti di Portopalo di Capo Passero

Questa isola, collegata alla terra da un ponte artificiale, è soggetta a tutela da parte della Regione Sicilia. La spiaggia, che qui si ritrova, è caratterizzata da dune e sabbia dorata, ed è molto ventilata. Per tanto, richiama numerosi surfisti.

Spiaggia della Penisola della Maddalena

A sud di Siracusa si trova la Penisola della Maddalena, ovvero un prolungamento del litorale di Porto Grande. Qui è presente una suggestiva insenatura rocciosa, raggiungibile a piedi tramite un lungo sentiero, immerso nella natura. Poco distante è la Grotta del Pellegrino, che regala magnifiche emozioni ai suoi visitatori.

 DA VEDERE A Siracusa:

La città e l’isola di Ortigia inserita tra i siti Patrimonio dell’umanità dell’Unesco.L’isola è il centro pià antico collegata alla terra ferma da due ponti; caratterizzata da un dedalo di viuzze e tutti i musei e i monumenti più importanti.

La Fonte della bellissima Ninfa Aretusa. E’ una fonte d’acqua dolce a pochi metri dal mare, uno dei simboli della città di Siracusa, intorno alla fonte circolare crescono delle verdeggianti piante di papiro.

Latomia del Paradiso e Orecchio di Dioniso. Le latomie erano cave di pietra utilizzate come prigioni nell’antichità, la Latomia più famosa è quella del Paradiso che ospita l’Orecchio di Dioniso di Siracusa da cui il tiranno asoltava i discorsi dei prigionieri, grazie ad un’acustica particolare per cui il suono si amplifica fino a 16 volte.

Parco archeologico di Neapolis e Teatro Greco , costruito nel V secolo A.C.

Duomo di Siracusa. E’stato in passato un Tempio Greco dedicato alla Dea Minerva. Si trova nell’Isola Di Ortigia Cattedrale metropolitana della Natività di Maria Santissima di Siracusa, vanta una delle più belle facciate di Sicilia completata nella prima metà del settecento con elementi barocchi e rococò; ospita un Crocifisso di epoca Bizantina.

Castello di Maniace del periodo Svevo. costruito sulla punta estrema  dell’isola di Ortigia dall’imperatore Federico II di Svevia intorno al 1200, il castello doveva apparire come imprendibile e minaccioso ai nemici che arrivavano dal mare, o particolarmente desiderabile ai soldati di ritorno dalle Crociate. Oggi una passeggiata fra le torri e sui bastioni offre un’incredibile vista a quasi 360 gradi sul mare intorno alla città.

Teatro dei Pupi a pochi passi dal Duomo. Oltre al teatro merita una visita anche la Bottega del Puparo, dove i personaggi prendono vita dalla cartapesta grazie all’abilità di sapienti artigiani, e il Museo dei Pupi.

Il tempio di Apollo è il tempio dorico più antico di tutta la Sicilia è stato trasformato, nel corso dei secoli, in una chiesa bizantina e una moschea araba, una chiesa normanna e – persino – una caserma spagnola.

Anfiteatro Romano. A testimonianza delle molte culture passate per la Neapolis di Siracusa, non poteva mancare anche un anfiteatro romano, in parte scavato nella collina e in parte costruito con pietra locale estratta dalle latomie. Oggi, purtroppo, la parte superiore è mancante: all’epoca del suo massimo splendore, quello di Siracusa era il maggiore anfiteatro siciliano e uno dei più grandi in assoluto, secondo in Italia solo all’Arena di Verona.

Ipogeo di P.zza Duomo durante la seconda guerra mondiale, i siracusani scavarono un rifugio antiaereo sotto il Duomo, ampliando gli scavi di un’antica cava di pietra: l’Ipogeo di piazza Duomo è oggi visitabile (se non soffrite di claustrofobia). Le gallerie, che ospitano anche mostre temporanee, attraversano Ortigia come buchi in una forma di groviera: incontrerete una grande cisterna sotto il palazzo Arcivescovile e – d’un tratto – sbucherete alle mura della Marina, finalmente in salvo!

Il Castello Eurialo fu costruito, probabilmente dal tiranno Dionisio, come opera di fortificazione della città. Si trova un po’ fuori dal centro, e i pochi cartelli vi potrebbero rendere difficile raggiungerlo… ma ne vale la pena: fra fossati, corridoi e stanze sotterranee (o quello che ne resta) invase dall’erba, il castello gode di una posizione unica, che domina tutta Siracusa e la costa di fronte. Il posto perfetto dove aspettare il tramonto dopo una lunga giornata…

 

 

 

e poi….

IL BAROCCO SICILIANO

Noto, Modica, Ragusa

INSEGNANTI

Massimo Cantara

Massimo si è diplomato come insegnante di  Yoga (500h) con la scuola internazionale SYM di cui è stato anche docente e dal 2010 insegna presso il proprio centro in Italia ed è membro fondatore di “Three Treasures Yoga”. Oltre all’attività professionale di operatore in Discipline Bio-Naturali e a quella di Insegnante di Shiatsu, nel 1999 fonda il Centro Holismos arti per la salute, un centro per la diffusione e la pratica delle discipline Bio Naturali, tra cui lo Yoga, di cui è il direttore. E’ stato docente in alcuni corsi di formazione per operatori socio sanitari (animatori di comunità) finanziati dalla CEE e, cosa più importante, ha partecipato al progetto: “L’Ospedale senza Dolore” della Asl 7 presso gli ospedali di Poggibonsi e Montepulciano. effettuando dal 2003 al 2007 oltre 360 ore di docenza, formando le infermiere al trattamento del dolore con tecniche manuali integrate. Per la Federazione Italiana Shiatsu ha coperto le cariche di Rappresentante Regionale, Membro del direttivo e della commissione esaminatrice. E’ stato membro del registro degli operatori professionisti della Associazione Europea di Kinesiopatia con il titolo di Practitioner. Nel 2012 fonda insieme ad altri tre colleghi il “Gruppo di studio Shiatsu evolutivo”con il quale organizza importanti eventi a livello nazionale. 2016 fonda insieme a Sara Della Torre il Centro Holismos Yoga e Wellness di Varese. Diploma di Equilibrio Cranio Sacrale, Kinesiologo, Operatore Shiatsu.

SARA DELLA TORRE: Insegnante yoga ( 200hYAI), operatrice Shiatsu, co-direttrice del centro Holismos yoga & wellness. Ha studiato Yoga in Italia ed in India con diversi insegnanti internazionali, diploma di facilitatore Mindfulness, sta la momento seguendo un Master “Yoga Educational” a Bologna per insegnare yoga nelle scuole a bambini e ragazzi.

 

 

 

 

 

 

Modalità di iscrizione: scrivere o chiamare info@holismos.com 3383824280- 3470478001 e pagare la caparra di euro 250 restituibile completamente in caso di lockdown totale e all’80% in caso di annullamento da parte vostra entro il 15/06/2021

Leave a Reply